Rivista 231 Rivista 231
     HOME          CHI SIAMO     HANNO COLLABORATO    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Ven, 24 Mag 2019
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


Processo Thyssen: condanna per omicidio volontario



La Corte di Assise di Torino ha accolto le richieste formulate dal PM Dott. Raffaele Guariniello condannando a 16 anni e mezzo di reclusione l'amministratore delegato della Thyssen per omicidio volontario con dolo eventuale.
Dure condanne anche per gli altri responsabili e dirigenti della società accusati a vario titolo di omicidio e incendio colposi: pene tra 10 anni e 10 mesi e 13 anni e 6 mesi.
La società Thyssen, chiamata in giudizio in qualità di persona giuridica, è stata condannata al pagamento di una sanzione pecuniaria di 1 milione di euro, all'esclusione di agevolazioni e sussidi per 6 mesi, al divieto di pubblicizzare i propri prodotti per 6 mesi, alla confisca di 800.000 euro con la pubblicazione della sentenza su alcuni quotidiani nazionali, nonché presso il Comune di Terni dove è la sede italiana della multinazionale tedesca.
Sono stati riconosciuti anche risarcimenti per le parti civili: 973.000 euro per la Regione Piemonte, 500.000 per la Provincia di Torino, 1 milione di euro al Comune di Torino, nonché risarcimenti anche per alcuni sindacati, associazioni ed ex colleghi degli operai morti nell'incendio.