Rivista 231 Rivista 231
     HOME          CHI SIAMO     HANNO COLLABORATO    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Ven, 24 Mag 2019
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


Approvato dal Consiglio dei Ministri dell’11 maggio 2007 un disegno di legge recante ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla criminalità informatica, sottoscritta a Budapest il 23 novembre 2001, oltre a norme di adeguamento dell’ordinamento interno, con la previsione dell’inserimento nel decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 di una ulteriore fattispecie di illecito amministrativo dipendente da reato



Il Consiglio dei Ministri riunitosi l'11 maggio 2007 ha approvato su proposta del Ministro degli affari esteri (co-proponenti i Ministri della giustizia, delle comunicazioni, per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione) un disegno di legge recante ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla criminalità informatica, sottoscritta a Budapest il 23 novembre 2001 ed entrata in vigore il 1° luglio 2004, oltre a norme di adeguamento dell'ordinamento interno.
Il testo del disegno di legge contiene modifiche al titolo VII (Dei delitti contro la fede pubblica), al titolo XII (Dei delitti contro la persona ) e al titolo XIII (Dei delitti contro il patrimonio) del Libro secondo del codice penale. Il disegno di legge prevede, altresì, l'introduzione nel testo del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 dell'articolo 25-septies recante una nuova fattispecie di illecito amministrativo dipendente da reato (attentato ad impianti di pubblica utilità, delitti informatici e trattamento illecito di dati). Il disegno di legge prevede, infine, modifiche al codice di procedura penale e al codice in materia di protezione dei dati personali.

Il testo del disegno di legge è disponibile in NORME E ATTI - ITALIA