Rivista 231 Rivista 231
     HOME          CHI SIAMO     HANNO COLLABORATO    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Gio, 23 Mag 2019
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA CONFISCA NEL PROCEDIMENTO DI ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA DELL'ENTE DIPENDENTE DA REATO - di Renato Bricchetti, Consigliere Corte di Cassazione



1. Considerazioni preliminari sulla confisca

La confisca del prezzo, del prodotto e del profitto del reato, che consiste in sostanza in un'espropriazione per causa di pubblico interesse (la prevenzione penale), è espressamente definita nel codice penale (articolo 236) come misura di sicurezza patrimoniale.
Detta configurazione, che evoca l'idea della pericolosità intrinseca della res, non è considerata appropriata dalla dottrina prevalente.
La confisca del profitto del reato, che consiste nel lucro o vantaggio economico che si ricava per effetto della commissione del reato stesso, è concepita dall'articolo 240 c.p. come facoltativa e la sua adozione presuppone la pronuncia di una sentenza o di un decreto di condanna e la non appartenenza della res a persona estranea al reato.
In nessun caso di proscioglimento è, dunque, possibile confiscare, a norma dell'articolo 240 c.p., il profitto del reato.
Perché sia suscettibile di confisca, il profitto del reato non deve, inoltre, appartenere a persona estranea al medesimo (ad esempio, alla persona offesa); in tal caso, invero, la res va restituita all'estraneo (v. articolo 263 c.p.p.).
Si vedrà più avanti che il d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, che disciplina la responsabilità degli enti dipendente da reato, non considera "estraneo" l'ente qualora i reati, dal medesimo d.lgs. previsti, siano commessi, nel suo interesse o a suo vantaggio, dai soggetti in posizione apicale indicati nell'articolo 5, comma 1, lettera a), o da persone sottoposte alla loro direzione o vigilanza.
L'articolo 240 c.p. prevede, invece, che la confisca del prezzo del reato, che consiste nel compenso dato o promesso per indurre, istigare o determinare un altro soggetto a commettere il reato, è obbligatoria e va disposta anche con la sentenza di proscioglimento.
Ciò nondimeno, anche il prezzo, che di regola è riconducibile al patrimonio del concorrente nel reato, non deve appartenere a persona estranea al reato medesimo (articolo 240, terzo comma, c.p.). L'impostazione tradizionale fin qui descritta ha subito nel tempo significative deroghe ad opera di interventi normativi che hanno previsto come obbligatoria anche la confisca del profitto del reato, il più delle volte estendendola ai beni di valore equivalente (cd. confisca di valore).
E' sufficiente ricordare, a tale proposito, le disposizioni che si riferiscono ai reati da cui può dipendere, a norma degli articoli 24 e seguenti del d.lgs. n. 231 del 2001, la responsabilità amministrativa degli enti, vale a dire gli articoli 270-bis, quarto comma, c.p., con riguardo al delitto di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell'ordine democratico, gli articoli 322-ter e 335-bis c.p., con riguardo ai delitti contro la pubblica amministrazione ( ), l'articolo 640-quater c.p., in relazione alle truffe aggravate di cui agli articoli 640, secondo comma, numero 1, e 640-bis ed alla frode informatica di cui all'articolo 640-ter c.p. ( ), l'articolo 2641 c.c. in materia di reati societari e l' articolo 187 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, testo unico delle leggi in materia di intermediazione finanziaria, con riguardo ai reati di abuso di informazioni privilegiate e di manipolazione del mercato.
Si tratta di disposizioni che costituiscono espressione di una consapevole intenzione di rivalutare la confisca, in termini di prevenzione generale e speciale, per sopperire all'inadeguatezza della confisca "ordinaria" di cui all'articolo 240 c.p. a contrastare, in modo efficace e penetrante, la criminalità econom.....

 

Il seguito è riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento più adatto alle Sue esigenze