Rivista 231 Rivista 231
     HOME          CHI SIAMO     HANNO COLLABORATO    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Gio, 23 Mag 2019
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITA' AMBIENTALE SECONDO UNA NOZIONE COMUNITARIA DI IMPRESA - di Francesco Vignoli, Avvocato dello Stato



Con riferimento alle materie devolute alla competenza dell'Unione europea, la definizione degli istituti giuridici deve ricavarsi non dal diritto interno ma da quello comunitario. Per fare un esempio, quando si discute della nozione di impresa nel contesto della concorrenza nel mercato interno (che è materia di competenza esclusiva dell'Ue ex art. 3 TFUE), non si fa richiamo all'art. 2082 c.c.
La definizione eurounitaria di impresa comprende qualunque soggetto, indipendentemente dalla veste formale, dallo statuto giuridico, sia esso soggetto pubblico o privato, individuale o collettivo, a prescindere dalla finalità di lucro, che eserciti un'attività economica, ossia offra beni o servizi sul mercato. Tale nozione, all'evidenza, non corrisponde a quella che il codice civile prevede per l'imprenditore.

Quanto vale per la concorrenza opera altresì circa la materia ambientale, rientrante fra quelle di competenza concorrente ai sensi dell'art. 4 TFUE.
Per l'effetto, deve declinarsi la disciplina della responsabilità ambientale secondo una nozione comunitaria di impresa che sia conforme al principio "chi inquina paga". Detto principio, che informa la disciplina comunitaria in materia ambientale e assume immediato carattere precettivo nell'ordinamento nazionale, esprime un approccio pragmatico individuando, in un'ottica repressiva a posteriori, i soggetti a cui ricondurre la condotta lesiva, a prescindere dalla veste giuridica con la quale si presentano.
Del peculiare approccio, poco legato alle forme perché diretto a escludere l'addebito sulla collettività delle spese di risanamento ambientale, è pienamente consapevole il Consiglio di Stato. .....

 

Il seguito è riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento più adatto alle Sue esigenze