28 Ottobre 2009 - (c.c. 29 settembre 2009) - sentenza n. 41488 - Corte di Cassazione - sezione II penale* (assorbimento del delitto di truffa aggravata ai danni dello Stato nel delitto di frode fiscale anche agli effetti della responsabilità degli enti per illecito amministrativo dipendente da reato - impedita l’applicazione della confisca per equivalente, non prevista dalla legge per i reati tributari (se non per i fatti successivi all’entrata in vigore della legge finanziaria 2008) - esclusione della scomponibilità del reato complesso al fine di apprezzarne una componente agli effetti della responsabilità degli enti)


REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
SECONDA SEZIONE PENALE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:
Dott. Giuliano Casucci - Presidente
Dott. Domenico Gentile - Consigliere
Dott. Giacomo Fumu - Rel. Consigliere
Dott. Piercamillo Davigo - Consigliere
Dott. Antonio Manna - Consigliere

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA / ORDINANZA

sul ricorso proposto da:
1) A n. il …
2) B n. il …
3) C s.r.l.
avverso l'ordinanza n. … Tribunale della Libertà di Varese, depositata il 12.02.2009
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. Giacomo Fumu
lette/sentite le conclusioni del P.G. Dott. Guglielmo Passacantando che ha chiesto l'annullamento senza rinvio
uditi i difensori avv. E delegato dall'avv. F

l. Nell'ambito del procedimento penale a carico di A e G, sottoposti ad indagine per i delitti concorrenti di frode fiscale (artt. 2 e 8 d.lgs. n. 74/2000) e truffa aggravata ai danni dello Stato (art. 640 cpv. n. 1 c.p.), veniva disposto dal g.i.p. il sequestro preventivo dei conti correnti della C s.r.l. - nella quale, a quanto è dato intendere, i predetti svolgevano funzioni apicali.....


Il seguito è riservato agli utenti abbonati.