Approvato dalla Camera dei Deputati il 21 settembre 2006 e trasmesso al Senato il Disegno di Legge governativo (S 1014 - C 1042) recante disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee (Legge comunitaria 2006).

Approvato dalla Camera dei Deputati il 21 settembre 2006 e trasmesso al Senato il Disegno di Legge governativo (S 1014 - C 1042) recante disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee (Legge comunitaria 2006).
Fra le Direttive comunitarie cui il Governo è delegato a dare attuazione figura la Direttiva 2005/35/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 7 settembre 2005, in materia di inquinamento provocato da navi e relative sanzioni.
La Direttiva è completata da dettagliate regole sui reati e sulle sanzioni enunciate nella Decisione quadro 2005/667/GAI del Consiglio dell'Unione europea, del 12 luglio 2005, intesa a rafforzare il quadro normativo penale per la repressione dell'inquinamento provocato dalle navi.
La Decisione quadro prevede (articolo 5) la responsabilità delle persone giuridiche in ordine a fattispecie di reato consistenti nell'effettuazione di scarichi di sostanze inquinanti a loro vantaggio e definisce il relativo regime sanzionatorio (articolo 6).
Il testo del Disegno di Legge è disponibile in NORME E ATTI – ITALIA.
I testi della Direttiva CE e della Decisione quadro sono disponibili in NORME E ATTI – UNIONE EUROPEA.