Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Lun, 29 Nov 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


6 giugno 2013 (27 marzo 2013) n. 24841 - Corte di Cassazione - sezione III penale* (sequestro preventivo finalizzato alla confisca nei confronti di società indagata per delitti di criminalità organizzata in relazione al delitto di associazione per delinquere finalizzato al reato di evasione fiscale - legittimazione del sequestro da parte della disposizione che prevede l’illecito amministrativo prescindendo dai reati fine - il profitto del reato di associazione per delinquere, sequestrabile ai fini della successiva confisca per equivalente è costituito dal complesso dei vantaggi direttamente conseguenti dall'insieme dei reati fine, dai quali è del tutto autonomo e la cui esecuzione è agevolata dall'esistenza di una stabile struttura organizzata e dal comune progetto delinquenziale - il sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente avendo natura provvisoria può interessare indifferentemente ciascuno dei concorrenti anche per l'intera entità del profitto accertato)



REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
TERZA SEZIONE PENALE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:
Dott. Saverio Felice Mannino - Presidente -
Dott. Giulio Sarno - Rel. Consigliere -
Dott. Elisabetta Rosi - Consigliere -
Dott. Chiara Graziosi - Consigliere -
Dott. Alessandro Maria Andronio - Consigliere -
ha pronunciato la seguente

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
(X) SPA
avverso l'ordinanza n. … del Tribunale Libertà di i Milano, del 17/04/2012
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. Giulio SARNO;
sentite le conclusioni del PG Dott. Lettieri Nicola: rigetto del ricorso
Uditi i difensori …

RITENUTO IN FATTO

1. Con ordinanza del 17 aprile 2012 il tribunale di Milano, sezione del riesame, confermava il decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP del medesimo tribunale nei confronti della società (X) p. a. indagata per l'illecito di cui all'articolo 24 del Dlgs 231/2001 in relazione al delitto di cui all'articolo 416 del codice penale finalizzato al reato di evasione fiscale (artt. 2 e 8 Dlgs 74/2000) commesso dalle persone fisiche che al suo interno avevano rivesti.....

 

Il seguito è riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento più adatto alle Sue esigenze