Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Dom, 17 Ott 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


Protocollo concluso in base all'articolo K.3 del trattato sull'Unione europea concernente l'interpretazione, in via pregiudiziale, da parte della Corte di giustizia delle ComunitÓ europee, della convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle ComunitÓ europee. Bruxelles, 29 novembre 1996

Il Consiglio dell'Unione europea,
visto il trattato sull'Unione europea, in particolare l'articolo K.3, paragrafo 2, lettera c);
considerando che, a norma dell'articolo K.3, paragrafo 2, lettera c) le convenzioni elaborate in base all'articolo K.3 del trattato sull'Unione europea possono prevedere che la Corte di giustizia sia competente per interpretarne le disposizioni e per risolvere le controversie connesse con la loro applicazione, secondo modalità che saranno precisate dalle medesime convenzioni;
ha deciso di concludere il protocollo il cui testo è riportato in allegato, firmato in data odierna dai rappresentanti dei governi degli Stati membri dell'Unione europea;
raccomanda che detto protocollo sia adottato dagli Stati membri secondo le rispettive norme costituzionali.

 

Le Alte Parti contraenti,
hanno convenuto le disposizioni che seguono, che sono allegate alla convenzione.

 

Articolo 1

 

La Corte di giustizia delle Comunità europee è competente, alle condizioni stabilite dal presente protocollo, a pronunciarsi in via pregiudiziale sull'interpretazione della convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee e del protocollo di detta convenzione, concluso il 27 settembre 1996 , in appresso denominato «primo protocollo».

 

Articolo 2

 

1. Ciascuno Stato membro può, tramite una dichiarazione presentata all'atto della firma del presente protocollo o in qualsiasi altro momento successivo a detta firma, accettare la competenza della Corte di giustizia delle Comunità europee a pronunciarsi, in via pregiudiziale, sull'interpretazione della convenzione relativa .....

 

Il seguito Ŕ riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento pi¨ adatto alle Sue esigenze