Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Lun, 29 Nov 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


23 Luglio 2004 - (c.c. 18 giugno 2004) – sentenza n. 32382 - Corte di Cassazione - sezione II penale* (riepilogo delle condizioni di applicazione delle misure cautelari ex art. 45 D.Lgs. 231/2001 - nomina di commissario giudiziale ex art. 15 in luogo della misura cautelare interdittiva - impugnazione dei provvedimenti che applicano le misure cautelari ex art. 52 - rimedio dell’appello avverso i provvedimenti interdettivi nei confronti dell’ente - ricorso per Cassazione ammesso solo dopo aver terminato la fase d’appello).

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
SEZIONE SECONDA PENALE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. Lacanna Pasquale, Presidente
Dott. Morgigni Antonio, Consigliere
Dott. De Chiara Francesco, Consigliere
Dott. Fiandanese Francesco, Consigliere
Dott. Pagano Filiberto, Consigliere

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:

Procuratore della Repubblica di Milano;

contro

(F) s.r.l. in persona del suo rappresentante legale (…);
e
(MP) s.r.l. in persona del suo rappresentante legale (…);

avverso l'ordinanza emessa il 2 aprile 2004 dal Giudice per le indagini preliminari di Milano, che ha rigettato la richiesta di applicazione della sanzione interdittiva del divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione, p.....

 

Il seguito è riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento più adatto alle Sue esigenze