Rivista 231 Rivista 231
     HOME          CHI SIAMO     HANNO COLLABORATO    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Lun, 18 Giu 2018
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


20 aprile 2018 (c.c. 12 gennaio 2018) n. 17939 - sentenza - Corte di Cassazione - sezione V penale* (reato di sfruttamento di manodopera di cui all'articolo 603-bis c.p. contestato ai titolari di azienda agricola - sequestro preventivo di azienda agricola - il riferimento all'aggravamento degli effetti del reato in conseguenza della libera disponibilità dell'azienda è insufficiente a motivare il provvedimento di sequestro a fronte della documentazione dell’avvenuta regolarizzazione dei lavoratori e dell'adeguamento dell'impresa alle prescrizioni antinfortunistiche)




REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
SEZIONE QUINTA PENALE

Composta dagli Ill.mi Sig.ri Magistrati:
Dott. VESSICHELLI Maria - Presidente
Dott. ZAZA Carlo - rel. Consigliere
Dott. CAPUTO Angelo - Consigliere
Dott. SCORDAMAGLIA Irene - Consigliere
Dott. AMATORE Roberto - Consigliere
ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso proposto da:
(...), nato il (...);
(...), nato il (...);
nel procedimento a carico di questi ultimi;
avverso l'ordinanza del 20/06/2017 del Tribunale Libertà di Santa Maria Capua Vetere;
visti gli atti, il provvedimento impugnato e i ricorsi;
udita la relazione svolta dal Consigliere Dr. Carlo Zaza;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Dr. Orsi Luigi, che ha concluso per il rigetto del ricorso.

RITENUTO IN FATTO

1. (...) e (...) ricorrono avverso l'ordinanza del 20 giugno 2017 con la quale il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in riforma dell'ordinanza reiettiva della richiesta di sequestro preventivo dell'azienda agricola degli (...) in Giugliano, pronunciata dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord il 18 maggio 2017 ed appellata dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, disponeva il controllo giudiziario della predetta azienda al fine di impedire al reiterazione del reato di sfruttamento di manodopera di cui all'articolo 603-bis c.p..

2. I ricorrenti propongono tre motivi.

2.1. Con il primo motivo deducono violazione di legge sul rigetto dell'eccezione di inammissibilità dell'appello del pubblico ministero in quanto intempestivamente presentato rispetto al termine di dieci giorni decorrente dalla lettura del provvedimento .....

 

Il seguito è riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento più adatto alle Sue esigenze