Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Lun, 29 Nov 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


13 maggio 2015 (c.c. 20 gennaio 2015) n. 19761 - sentenza - Corte di Cassazione - sezione IV penale* (non è consentita la confisca per equivalente di beni della persona giuridica per reati tributari commessi da suoi organi salva l'ipotesi in cui la persona giuridica stessa sia in concreto priva di autonomia e rappresenti solo uno schermo attraverso cui l'amministratore agisca come effettivo titolare)




REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
QUARTA SEZIONE PENALE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:
Dott. Vincenzo Romis - Presidente -
Dott. Claudio D'Isa - Consigliere -
Dott. Patrizia Piccialli - Consigliere -
Dott. Lucia Esposito - Rel. Consigliere -
Dott. Eugenia Serrao - Consigliere -
ha pronunciato la seguente

SENTENZA

sul ricorso proposto da:

avverso l'ordinanza n. … Tribunale Libertà di Reggio Calabria, del 04/06/2014
sentita la relazione fatta dal Consigliere Dott. Lucia Esposito;
sentite le conclusioni del P.G. che ha chiesto l'annullamento con rinvio dell'ordinanza impugnata;
udito il difensore … che chiede l'accoglimento del ricorso;

RITENUTO IN FATTO

1. Il Tribunale dei riesame di Reggio Calabria ha respinto la richiesta di riesame avanzata da … e … nei confronti del decreto di sequestro preventivo per equivalente avente ad oggetto terreni e beni della … s.r.l., nonché degli stessi …. Tale provvedimento cautelare era stato emesso dal G.i.p. perché i ricorrenti erano accusati di avere posto in essere, in concorso tra loro e con altri soggetti, condotte riconducibili a truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, consistenti, tra l'altro, nella creazione cartolare e contabile di ingenti quantitativi di gasolio agricolo e nella vendita del prodotto agevolato a soggetti non titolari, il tutto in evasione delle accise dovute, emettendo fatture per operazioni mai avvenute, con l'aggravante di cui all'art. 7 l. 203/91.

2. Osservavano i ricorrenti che il Tribunale non aveva operato alcun approfondimento in ordine al fumus, con particolare riferimento ai rapporto di specialità tra le.....

 

Il seguito è riservato agli Abbonati

Scelga l'abbonamento più adatto alle Sue esigenze