Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    TAVOLI 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Sab, 25 Giu 2022
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2022
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Sequestro preventivo a carico dell'ente in caso di mascherine con marchio CE contraffatto (nota a Cass. pen., sez. III, 13 ottobre 2021, 37141)

La sentenza della Cassazione oggetto del presente commento, si sofferma su una questione particolare in tema di responsabilità amministrativa da reato dell'Ente quanto ai delitti presupposto in materia di delitti contro l'economia pubblica ed il commercio. Si tratta di una delle poche decisioni che, per quanto consta, si sono occupate della materia con riferimento ad un Ente, ed assume rilievo in quanto interviene in un settore (ed in un momento) delicato, in quanto concernente la frode nell'esercizio del commercio riferita all'acquisto di mascherine Anticovid-19 risultate essere non genuine perché riportanti il marchio CE contraffatto. Già in una precedente occasione, per vero, la S.C. si era occupata della questione con riferimento alla vendita di mascherine sulle quali veniva applicato un ricarico del 350% circa, pervenendo ad escludere la sussistenza del reato di manovre speculative su merci (Cass. pen., sez. III, 22 dicembre 2020, 36929), ma, nel caso qui esaminato, la vicenda era stata originata dalla contestazione all'Ente (ossia la società distributrice), della contestazione di cui all'art. 25 bis1, d.lgs. 231/2001, in relazione al reato presupposto di cui all'art. 515 c.p., per aver posto in commercio delle mascherine di importazione cinese, munite di certificato attestante la conformità delle stesse al Reg. 2017/45/EU e recanti la marchiatura «CE». La risposta della S.C. è stata, nel caso esaminato, tranchant, in quanto ha riconosciuto la configurabilità della responsabilità amministrativa da reato dell'Ente, essendo emersi elementi da cui era possibile evincere che la società offriva le mascherine protettive ad acquirenti (nella specie, un ospedale) che richiedevano espressamente mascherine chirurgiche con specifici standard di sicurezza, evidentemente facendo affidamento sulle predette certificazioni.

di Alessio Scarcella

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

2 - 2022

Rivista 231 numero 2 del 2022

articoli abstract


TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231