Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Ven, 30 Lug 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

L'efficacia esimente del Modello organizzativo tra realtà e utopia

Il Modello di organizzazione e gestione rappresenta il cuore del sistema che regola la responsabilità amministrativa degli enti da reato, sia per ragioni di natura teorica, sia per l'impatto che i Modelli hanno nella realtà applicativa del decreto 231.

È in questa prospettiva che deve essere valutata la norma che collega all'adozione e alla corretta applicazione dei Modelli organizzativi l'esclusione della responsabilità dell'ente.

La tematica si intreccia profondamente con due dei «nervi scoperti» del decreto 231: l'efficacia del Modello e la fraudolente elusione di esso posta in essere da parte degli apicali nella realizzazione del reato presupposto.

Si tratta di una questione sulla quale è di recente tornata anche la Corte di cassazione, con la sentenza 4677 del 30 gennaio 2014, con la quale è stata annullata la sentenza di assoluzione pronunciata dalla Corte d'Appello di Milano nei confronti della società Impregilo.

Una pronuncia che segna un passaggio fondamentale nell'elaborazione sul tema dell'efficacia esimente dei Modelli organizzativi, riguardo al quale, tuttavia, è lecito aspettarsi ulteriori sviluppi futuri.

di Tommaso Guerini

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231