Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Ven, 30 Lug 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Normativa antiriciclaggio tra vecchie e nuove prescrizioni: un bilancio necessario

Sono trascorsi circa sette anni dall'entrata in vigore del d.lgs. 231/2007, sette anni durante i quali molti sono stati gli interventi modificativi delle norme in esso contenute e molti gli interventi regolamentari delle Autorità a vario titolo interessate nell'attività preventiva. In particolare, ricordiamo le svariate modifiche apportate al decreto antiriciclaggio dal cd. «decreto correttivo» 151/2009, dal d.l. 78/2010 ma, soprattutto, le disposizioni attuative emanate dalla Banca d'Italia e dalle altre Autorità di vigilanza in materia di adeguata verifica, tenuta dell'AUI, controlli interni e istituzione della Funzione antiriciclaggio, nonché le comunicazioni UIF recanti indicatori di anomalia riguardanti particolari attività da monitorare. Anche la soglia per l'utilizzo del contante e dei titoli al portatore, prevista dall'art. 49, d.lgs. 231/2007, è stata progressivamente abbassata sino agli attuali 1.000 euro.

In questo breve scritto s'intende ripercorrere l'iter seguito dalla regolamentazione di settore, soffermandosi sulle norme ed i provvedimenti che maggiormente ne hanno caratterizzato il percorso.

di Ranieri Razzante

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231