Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Ven, 30 Lug 2021
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Il responsabile della prevenzione della corruzione ex l. 190/2012 e l'Organismo di Vigilanza ai sensi del d.lgs. 231/2001: ruoli e responsabilità. Due figure sovrapponibili?

L'Autore, definita l'accezione del concetto di corruzione presente nella l. 190/2012 ed esemplificata l'attività di prevenzione dei fenomeni corruttivi alla luce del contesto comunitario ed internazionale di riferimento, esamina in primo luogo le misure organizzative - ispirate ai modelli di risk assessment e management previsti dal d.lgs. 231/2001 - richieste alle PA. Nel prosieguo, analizza la figura del responsabile della prevenzione della corruzione attraverso la definizione dei seguenti elementi: la nomina, i requisiti, le funzioni e le conseguenti responsabilità. La previsione di tale nuova istanza di controllo pone taluni problemi di coordinamento con la figura dell'Organismo di Vigilanza già individuata dal d.lgs. 231/2001 per gli enti pubblici economici e quelli di diritto privato in controllo pubblico, dato che il paragrafo 3.1.1 dell'Allegato 1 del Piano Nazionale Anticorruzione stabilisce: "Gli enti pubblici economici e gli enti di diritto privato in controllo pubblico (...) devono nominare un responsabile per l'attuazione dei propri Piani di prevenzione della corruzione, che può essere individuato anche nell'Organismo di Vigilanza". Pertanto, svolge un'analisi speculare sui requisiti, le funzioni e la responsabilità dell'OdV, al fine di valutare l'eventuale attuazione della facoltà organizzativa riconosciuta dal PNA, anche alla luce del Rapporto A.N.AC. del dicembre 2013. Infine, stante la comunanza di competenze e mansioni attribuite alle due figure in esame, individua gli strumenti di operatività – mutuati dall'esperienza maturata in ambito 231 – utilizzabili dal responsabile della prevenzione della corruzione.

di Faustino Petrillo

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231