Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Mar, 18 Gen 2022
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2022
ANNO 2021
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Il singolare privilegio dei crediti dello Stato derivanti dagli illeciti ex d.lgs. 231/2001

Sulla scorta del modello penalistico l'art. 27, d.lgs. 231/2001 opta per il rango privilegiato dei crediti erariali derivanti dagli illeciti amministrativi dell'ente, adottando la tecnica del rinvio alle norme del c.p.p. Fra i crediti erariali vengono comprese le sanzioni pecuniarie, le spese del procedimento e ogni altra somma dovuta all'erario dello Stato. La disciplina del c.p.p. rimanda all'art. 2768 c.c. disponendo il rango privilegiato dei crediti per effetto del sequestro. Il privilegio in esame risulta «singolare» in quanto nasce soltanto con l'autorizzazione e l'esecuzione di un sequestro conservativo penale sui beni del debitore imputato. L'Autore si sofferma sulla normativa interdisciplinare in esame che, dal d.lgs. 231/2001, rinvia al c.p.p. che, a sua volta, rimanda al c.c. e al c.p.c., per esaminare altresì la rilevanza dell'art. 51 L.F.

di Francesco Vignoli

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231