Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Dom, 27 Set 2020
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Titolarità della funzione dell'Organismo di Vigilanza: opportunità e dubbi applicativi a seguito delle recenti modifiche

La Legge n. 183 del 12 novembre 2011, cosiddetta Legge di Stabilità per il 2012, entrata in vigore il 1° gennaio 2012, ha, come noto, apportato novità di grande rilievo al d.lgs. 231/2001, in tema di responsabilità amministrativa delle società e degli enti. L'art. 14, comma 12 della predetta legge, infatti, ha integrato l'art. 6, d.lgs. 231/2001 con il nuovo comma 4-bis con cui ha disposto che “nelle società di capitali il collegio sindacale, il consiglio di sorveglianza e il comitato per il controllo della gestione possono svolgere le funzioni dell'organismo di vigilanza”.

La norma, in sostanza, nel recepire gli orientamenti di una certa dottrina e prassi, non solo ha dato una soluzione positiva alla questione della compatibilità delle due cariche di sindaco e di membro dell'Organismo di Vigilanza, ammettendone la sovrapponibilità, ma ha implicitamente avvalorato la tesi secondo la quale le due funzioni, in realtà, rappresenterebbero piuttosto due facce delle stessa medaglia.

È di conseguenza evidente che il richiamato intervento riformatore - ovvero previsione in capo allo stesso soggetto del doppio ruolo di sindaco e membro dell'Organismo di Vigilanza - si muove nell'ottica di tentare di snellire le procedure interne all'impresa e di consentirne un contingentamento di risorse per agevolarne la crescita e lo sviluppo.

È tuttavia opportuno rilevare la differente natura delle due funzioni, dal momento che il collegio sindacale è un organo societario, mentre all'Organismo di Vigilanza è stato tradizionalmente riconosciuto soltanto il ruolo di ufficio dell'impresa, ovvero funzione organizzativa che, seppur integrata nella struttura societaria, non vive quel rapporto di immedesimazione organica, proprio solo degli organi societari, in virtù del quale la società manifesta la propria volontà all'esterno e agisce per il tramite dei suoi organi.

Molto si è discusso in dottrina anche a proposito dei requisiti soggettivi richiesti dalla legge e dalla giurisprudenza con riferimento alle due categorie: i) professionalità, onorabilità e indipendenza per i sindaci, ii) autonomia, indipendenza, continuità d'azione, professionalità e onorabilità per i membri dell'organismo di vigilanza.

È infine evidente che tale medesima soluzione potrebbe rappresentare una minaccia per l'autonomia del collegio sindacale che in tal modo, di fatto, finirebbe per ricevere i propri poteri (di organismo di vigilanza) da parte di quell'organo amministrativo che è allo stesso tempo oggetto dei controlli istituzionali del medesimo collegio sindacale.A tale proposito, è stato da alcuni, infatti, opportunamente posto il tema del riparto delle responsabilità dei sindaci per le attività svolte nell'esercizio delle funzioni di controllo proprie del collegio sindacale e per quelle svolte nell'esercizio dell'incarico di Organismo di Vigilanza: considerati i diversi regimi applicabili (sopra descritti), sia in ambito civilistico che penale, si è pertanto suggerita l'opportunità di procedere ad una elencazione, in sede di conferimento dell'incarico, delle funzioni e attività rientranti nel campo di azione dell'Organismo di Vigilanza per tenerle separate e facilmente individuabili rispetto a quelle del collegio sindacale.

di Marco Moretti e Piera Silvestri

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231