Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Mer, 23 Set 2020
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Doveri del commissario nell'imminenza della prossima stagione di assemblee

Il commissario giudiziale, nello svolgimento delle proprie funzioni, può dover convocare i soci della società per l'approvazione del bilancio d'esercizio. In tal caso egli dovrà effettuare una ricognizione dei documenti sociali, volta a reperire le informazioni a lui necessarie per esperire, in modo conforme a quanto prescritto dall'art. 2366 c.c., le formalità per la convocazione dell'assemblea dei soci. Nel caso in cui sulle azioni sia stata costituita la garanzia pignoratizia, data la peculiarità del suo oggetto, si pone la questione di come si vengano a conciliare le caratteristiche del pegno con quelle della materia societaria.

L'azione, infatti, intesa come partecipazione sociale, attribuisce un insieme di diritti, di carattere amministrativo e patrimoniale, il cui esercizio potrebbe risultare pregiudizievole per l'effettività della garanzia o, all'opposto, necessario per la sua migliore conservazione. Il legislatore fornisce un'espressa disciplina solo relativamente al diritto di voto (art. 2352, comma 1, c.c.), al diritto d'opzione (comma 2), al versamento dei decimi residui (comma 3). Una disciplina che, com'è evidente, lascia all'interprete la soluzione della titolarità e delle modalità d'esercizio di tutte le altre situazioni giuridiche inerenti alla partecipazione societaria.

Se una società ha dato in pegno le azioni possedute (vale a dire la società controllante ha dato in pegno le azioni della propria controllata), nell'avviso di convocazione dell'assemblea che si dovrà tenere per la società controllata bisognerà convocare anche il creditore pignoratizio, oltre al socio naturale. Il creditore pignoratizio (in assenza contraria, ex art. 2352 c.c.) deve partecipare all'assemblea dei soci, con diritto di voto. Ciò a' sensi dell'art. 2370 c.c.

di Guido Chiametti e Alberto Giorgi

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231