Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Dom, 20 Set 2020
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Riflessi assicurativi del d.lgs. 231/2001

Il d.lgs. 209/05 ha introdotto nel nostro ordinamento il Codice delle Assicurazioni, in attuazione della legge delega di cui all'art. 4 della 229/2003. Il punto di raccordo tra la normativa contenuta nel TUF,nel TUB e tale codice è dato dalla disciplina degli illeciti amministrativi dipendenti da reato. L'attività assicurativa è stata ritenuta meritevole della medesima attenzione riservata dal legislatore a quella bancaria e a quella finanziaria, attesa la delicatezza degli interessi in essa coinvolti, e nella prospettiva dell'elaborazione di regole comuni per tutto il diritto dei mercati finanziari.

Il Consiglio di Stato ha affermato con l'art. 290 (corrispondente all'attuale 266), che costituisce l'unico articolo del capo V sulla “responsabilità per illecito amministrativo dipendente da reato” sono state introdotte norme di adattamento al settore delle assicurazioni di disposizioni del d.lgs.231/01.

Infine, con il d.lgs. 209/05 sono state radicalmente riviste le attribuzioni e le funzioni dell'ISVAP. Compito fondamentale dell'ISVAP è quello di “sovraintendere alla corretta gestione del mercato e di intervenire per rimuovere gli elementi di criticità che possano compromettere la sopravvivenza delle imprese e/o pregiudicare i diritti dell'utenza e quindi al fine di assicurarne la massima indipendenza, l'Istituto è dotato di autonomia giuridica, patrimoniale, contabile, organizzativa e gestionale”. L'ISVAP si trova quindi a svolgere un ruolo centrale, sia nella fase antecedente sia in quella contestuale a quella dell'esecuzione delle sanzioni, nel procedimento che si instaura a seguito dell'accertamento della responsabilità di un'impresa di assicurazione o di riassicurazione per la commissione di illeciti dipendenti da reato. Le informazioni dell'ISVAP svolgono infatti una duplice funzione all'interno del procedimento: costituiscono un utile strumento per l'autorità giudiziaria ed un'utile garanzia per l'ente sottoposto ad indagini. La particolare natura dell'impresa assicurativa e riassicurativa è presa in considerazioni del legislatore anche nel comma 4 dell'art. 226, quando esclude l'applicabilità in via cautelare delle misure previste dall'art.9, comma 2, lett. A) e b), e dall'art. 15 d.lgs.231/01.

di Paolo Maria Gemelli

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231