Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Mer, 30 Set 2020
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Compiti, requisiti e poteri dell’Organismo di Vigilanza

In relazione all'OdV, assume rilievo l'art. 6, comma 1, lettera b), d.lgs. 231/2001 che, al fine di escludere la responsabilità dell'ente, richiede, fra l'altro, la prova che l'organo dirigente abbia affidato il compito di vigilare sul funzionamento e l'osservanza del Modello e di curarne l'aggiornamento ad un organismo dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo.

L'OdV può avere una composizione sia mono che plurisoggettiva e svolge la propria attività sulla base dei principi di autonomia e di collegialità (qualora sia plurisoggettivo) e si dota di uno specifico regolamento che disciplina in particolare: (i)i criteri di designazione e nomina dei suoi componenti, (ii)la loro permanenza in carica, (iii) le attività di vigilanza e controllo, (iv) i rapporti con le diverse funzioni aziendali, (v) la rendicontazione al Consiglio di Amministrazione ed al Collegio sindacale delle attività svolte e delle azioni intraprese, (vi) la documentazione dell'attività svolta.

Il Modello Organizzativo potrà evidenziare che l'OdV è tenuto alla vigilanza sul funzionamento e sull'osservanza del Modello (verifica del rispetto delle relative procedure) e del Codice Etico, all'attuazione di specifici interventi di controllo sia programmati che non programmati, alla raccolta e alla documentazione delle eventuali irregolarità o violazioni del Modello - e del relativo complesso normativo - che dovessero emergere dall'analisi dei flussi informativi e dalle segnalazioni alle quali sono tenuti i responsabili delle varie funzioni e tutti coloro che dovessero venirne a conoscenza.

L'obbligo di dare informazione all'OdV riguarda chiunque (in particolare: amministratori, sindaci, dipendenti e soggetti coinvolti nelle funzioni aziendali a rischio reato) sia a conoscenza di notizie o fatti rilevanti ai fini del d.lgs. 231/01, coinvolgendo anche i soggetti esterni (intendendosi per tali i lavoratori autonomi o parasubordinati, i professionisti, i consulenti, i collaboratori, i fornitori, ecc...).

di Marcello Malavasi

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231