Rivista 231 Rivista 231
     HOME     CHI SIAMO     COLLABORATORI     AVVISI/BANDI 231    SHOPPING 231      COME ABBONARSI
Username: Password:
Sab, 26 Set 2020
LE RUBRICHE


GLI INTERVENTI
ANNO 2020
ANNO 2019
ANNO 2018
ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
ANNO 2012
ANNO 2011
ANNO 2010
ANNO 2009
ANNO 2008
ANNO 2007
ANNO 2006
ANNO 2005


LE NOTIZIE


LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI

Modelli di Organizzazione antinfortunistici e posizioni di garanzia, tra vecchio e nuovo

La questione della responsabilità penale dei soggetti che ricoprono cariche dirigenziali entro strutture organizzative complesse non implica che il garante primario debba sempre e comunque rispondere, in concreto, di tutto ciò che accade entro l'ambito per il quale è prevista la garanzia. Tale conclusione è imposta sia dal principio di personalità della responsabilità sia - con specifico riferimento ai reati colposi - dalle regole di diligenza, prudenza e perizia relative alla singola posizione d'obbligo. Il legislatore del recente Testo Unico sulla Sicurezza (TUS) - introdotto con il d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 - ha definito all'art. 2, alcune posizioni di garanti tipici: è il caso del datore di lavoro di cui alla lett. b); del dirigente di cui alla lett. d) e del preposto di cui alla lett. e)

La coerente applicazione dei principi di tassatività, determinatezza e di stretta legalità impone soluzioni conformi al dettato normativo. Attraverso l'analogia non si possono creare nuove figure di garanti, dal momento che un fondamento legale, e non meramente negoziale, determina il contenuto delle posizioni di garanzia; e ciò vale anche e soprattutto per coloro che ricoprono posizioni semplicemente derivate o atipiche. RSPP e OdV continuano ad essere interlocutori necessari (certamente il primo) e preziosi per coloro che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione dell'ente, la cui assenza (id est: omessa designazione-istituzione) o il cui lacunoso funzionamento va doverosamente apprezzato dal giudice penale siccome altamente sintomatico di colpa ex art. 43 c.p. ovvero di colpa di organizzazione ex artt. 6 e 7 d.lgs. 231/2001.

di Vittorio Masìa

[visualizza l'articolo completo]

LE RIVISTE

L'ULTIMO NUMERO

TUTTI I NUMERI

RICERCA ARTICOLI

E' possibile filtrare l'elenco degli articoli compilando i campi sottostanti.

Ricerca per ANNO:

Ricerca per AUTORE:

Ricerca per SEZIONE:

Ricerca per TESTO:


INDICE ANALITICO

LE RACCOLTE 231